4 consigli pratici dopo l’apertura di una società a Dubai

4 consigli pratici dopo l’apertura di una società a Dubai

[:it]

Congratulazioni per questo nuovo obiettivo!

L’emirato si sforza di coltivare i centri di avvio e non differisce da una Silicon Valley della regione MENA (Middle East and North Africa).
Grazie a un governo dedicato a rendere l’ambiente commerciale favorevole all’imprenditore con agevolazioni fiscali, incentivi e grandi infrastrutture, Dubai è il paese che fa per voi.

Se avete il vostro indirizzo commerciale a Dubai, allora potreste aver già preso la vostra prima decisione imprenditoriale.

Ecco le prime quattro cose da fare dopo aver ricevuto la licenza commerciale di una società degli Emirati Arabi Uniti.

 

#1 – I clienti

La prima parte da tenere in considerazione quando si aprono le finestre della vostra nuova impresa a Dubai è l’impegno verso i clienti.
Compila una lista delle prime 10 aziende che vuoi come clienti. Non solo una lista delle società più grandi e più conosciute, ma anche delle nuove società che pensate possano davvero aiutarvi e che vi risponderanno.

Mentre ricerchi il mercato adatto, pensa alle sfide di business con cui puoi aiutare i tuoi clienti, sia che si tratti di fare un’analisi SWOT dei tuoi potenziali acquirenti, o di osservare le aziende che stanno facendo un buon lavoro, ma che mancano nell’area che fornisci.

#2 – Le chiamate

Nella cultura aziendale degli Emirati Arabi Uniti, le chiamate a freddo sono di uso comune. Non c’è nessun sostituto per parlare direttamente con qualcuno e ridurre la caccia ottenendo una risposta in un modo o nell’altro.

Quindi, mettetevi comodi.

In termini di approccio, ricordatevi di continuare a perseverare anche se non riuscite a superare un “gatekeeper” come un receptionist o se nessuno è disponibile alla vostra chiamata iniziale. I buoni venditori non si arrendono se qualcuno continua a dire “il capo è in riunione”. Scoprono quando il capo è libero e sottolineano quanto sia importante allacciare un contatto nel loro interesse, non nel vostro.

Il vostro argomento qui sarà basato su ciò che abbiamo discusso al punto uno, con la vostra ricerca sulla loro necessità del vostro servizio.

 

 #3 – Definire la strategia di marketing.

Negli Emirati Arabi Uniti, gli esperti sono rispettati. Assicurati di essere visto come uno specialista nel proprio settore, un leader di pensiero nel tuo mercato.
Devi dimostrare le tue intuizioni uniche e puoi farlo sui social network, sul tuo blog o sul tuo sito web.
Grazie a questo attirerai il tuo cliente target e potrai creare una comunità di follower che potranno rivolgersi a te.
In secondo luogo, le persone si fidano della tua opinione e quindi del tuo business.

 

#4 – Diventa multi-culturale

La diversità ha dimostrato di avere una serie di vantaggi, quindi siate pronti a creare un’équipe multi-culturale. Si stima generalmente che il 70-90% della popolazione di Dubai è composta da stranieri. Ecco perché probabilmente lavorerai con persone con background culturali, costumi e abitudini diversi.

Come capo, è necessario comunicare che cosa sia la qualità accettabile nel lavoro. Basta far sì che il team si relazioni tra di loro sul posto di lavoro, è ottimo per il morale dei dipendenti!

Permettete di riconoscere le differenze culturali, rendendo la vostra squadra più consapevole, più coesa e, soprattutto, più motivata.

 

 
Business vector created by pikisuperstar – www.freepik.com

[:]

Astrea Mideast, l'eccellenza per la tua internazionalizzazione

Astrea Mideast DMCC è la prima società di Dubai specializzata nel promuovere il Made in Italy negli Emirati Arabi Uniti.

Per ulteriori informazioni:

info@svadvisory.com

Seguiteci sui nostri social per rimanere sempre aggiornati sul mondo dell'internazionalizzazione