Salone del Mobile.Milano 2019, tutti i dati a confronto.

Salone del Mobile.Milano 2019, tutti i dati a confronto.

Si è conclusa la 58esima edizione del Salone del Mobile avvenuta quest’anno dal 9 al 14 Aprile.

Evento, unico nel suo genere, che ha portato grandi risultati sia per la città ospitante, Milano, sia per tutte le aziende e i designer che vi hanno esposto in questi giorni.

A partecipare sono stati 2.418 espositori tra professionisti e designer di ogni settore, di cui il 34% esteri provenienti da 43 paesi. Una realtà totalmente internazionale e fondamentale per lo sviluppo del Made in Italy nel mondo.

Il Salone del Mobile è un’occasione di grande dialogo tra creatività, produzione e tutte le istituzioni milanesi.
La Design Week ha un indotto economico per la città di oltre 350 milioni di euro e si conta che il 53% della produzione di design italiano viene esportata all’estero.

L’edizione ha contato un totale di 386.236 presenze in sei giorni con una provenienza da oltre 181 paesi, +12% rispetto all’edizione del 2017.

«Chiudiamo questa edizione con un bilancio molto positivo – commenta il presidente del Salone, Claudio Luti -. Abbiamo investito sulla qualità e abbiamo dimostrato ancora una volta la nostra voglia di fare sempre meglio, lavorando a stretto contatto con designer, artigiani, operatori della comunicazione e della cultura per continuare a produrre innovazione di prodotto e di processo e a raccontare storie che aumentano il valore dell’oggetto di design»

Per essere sempre aggiornati su eventi e la prossima edizione, che si terrà dal 21 al 26 Aprile 2020, potete visitare il sito ufficiale del Salone del Mobile.

Boom della Cina al Salone del Mobile

La Cina quest’anno è stata particolarmente attiva durante le sei giornate, segnando un 40% dello shopping totale.

Si prevede che nei prossimi 5 anni la Cina potrebbe diventare il primo mercato d’esportazione per il design italiano e secondo i dati di Intesa San Paolo entro il 2022 l’esportazione di mobili italiani crescerà di 700 milioni di dollari.

SVA Group è attiva nei nuovi mercati e conosce l’importanza di un dialogo tra i due paesi, accompagnando le imprese italiane in tutto il processo di internazionalizzazione.

Per saperne di più visita la nostra pagina dedicata ai mercato cinese.