Africa e Cina, i luoghi comuni da sfatare.

Africa e Cina, i luoghi comuni da sfatare.

E’ vero che le aziende cinesi in Africa agiscono non curanti delle condizioni dei lavoratori locali?

Grazie al report realizzato dalla SOAS – School of Oriental and African Studies (Università di Londra riconosciuta in tutto il mondo per i suoi studi sull’Asia, Africa e Medio Oriente), si nota come la realtà sia ben diversa da come viene descritta da tempo.

Lo studio, durato quattro anni, ha preso in esame gli investimenti cinesi in Etiopia e Angola, analizzando 76 aziende di cui 31 cinesi e la testimonianza di oltre 1500 lavoratori locali.

I risultati rivelano che le condizioni lavorative delle aziende cinesi non siano poi così diverse da quelle dei competitors internazionali.

Il primo fattore da smentire è proprio quello che riguarda le assunzioni: i cinesi non assumono solo i loro connazionali, infatti la presenza di dipendenti locali in Etiopia è pari al 90%, mentre in Angola al 76%.
In alcuni casi, soprattutto per mansioni meno qualificate si arriva al 100% di lavoratori locali.

La presenza dei colossi asiatici ha favorito e contribuito molto alla formazione di nuovi posti di lavoro, soprattutto nel settore edile e manifatturiero, aiutando così a ridurre la povertà nelle regioni più arretrate del sud dell’Angola.

Per quanto riguarda gli stipendi non vi è una differenza sostanziale a seconda della nazionalità del lavoratore ma molto si basa sulle sue qualifiche e competenze. Nel caso in cui la paga risulta inferiore alla media le aziende cinesi offrono vitto e alloggio migliorando in questo modo anche l’economia locale.

SVA Shanghai Investment Management

Conoscere le usanze e le pratiche locali è molto importante per aprire nuove opportunità di investimento verso questi Paesi ancora poco conosciuti.

Per questo SVA Group è presente in Cina offrendo ai propri clienti un servizio di internazionalizzazione curato per le esigenze dell’azienda italiana, fornendo tutte le indicazioni necessarie per esportare le eccellenze Made in Italy, attraverso un lavoro mirato e studiato al fine di ottenere risultati soddisfacenti per tutte le parti in gioco.

Per ulteriori formazioni:

info@svadvisory.com

Seguiteci sui nostri social per rimanere sempre aggiornati sul mondo dell’internazionalizzazione